È partita l’attività dimostrativa del SED (Shark Excluder Device) con l’obiettivo di ridurre le catture accidentali di squali nella pesca a strascico.

L’attività è coordinata dal IRBIM CNR di Ancona in collaborazione Cestha.